Ariafresca, Fumonero e... Torna alla home page
Il progetto Agenda e notizie La storia Un po' di giuochi Le ispirazioni Vuoi partecipare ???

Lucio Trojano
Manara

 

Antonella Abbatiello
Scossa spesso dalla tosse
la serpentessa diventava rossa.
Un giorno pensò:
"Più non posso andare avanti .
Se ci fosse un dottore passerebbe la tosse".
Il dottore arrivò e disse:
"La tosse non passa
a chi fuma così spesso!"

 

LE NOSTRE INIZIATIVE IL CONVEGNO INTERNAZIONALE
23/24 novembre 2001
Bronchiolite e asma nel bambino - Ambiente e comunicazione - La realtÓ basata sulle evidenze
I consigli di "iomispiro.it"
La rassegna stampa

I CONSIGLI DI "...IO M'ISPIRO COL RESPIRO" PER PREVENIRE LE MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIO

1. FUMO:
L'esposizione a fumo passivo è associato a aumentato rischio nei bambini per bronchiti, polmoniti, otiti, riduzione della funzionalità polmonare, tosse, catarro e asma bronchiale. Eliminiamo il fumo di tabacco a casa, in macchina (!!) e negli ambienti chiusi, il fumo passivo è un ABUSO nei confronti di minori.

 

2. ODORI, VAPORI E PRODOTTI DI COMBUSTIONE DI GAS INQUINANTI:
Le evaporazioni che avvengono quando si usano sostanze ( colori, vernici, cosmetici, profumi, deodoranti, smacchiatori a secco, repellenti per insetti, colle e adesivi …) e quando vengono inalati prodotti di combustione di gas inquinanti (gasolio, nafta, cherosene, gas per cucinare, fuoco con carbone, legna o foglie, boiler, caldaie, stufe) e …) possono innescare o aggravare sintomatologia respiratoria nei nostri figli. Usiamo le sostanze con attenzione e non in vicinanza dei bambini e controlliamo l'inquinamento (caldaie a tenuta stagna, dotare la cucina di cappa aspirante con apertura verso l'esterno …).

3. ACARI:
Sono microrganismi invisibili a occhio nudo che si annidano in ambienti caldoumidi e bui, in particolare prediligono divani, letti e arredamenti. Spesso provocano allergia respiratoria. Lasciamo più tempo il letto disfatto e aeriamo gli ambienti, facciamo entrare il sole quando possibile. Utilizziamo fodere impermeabili per il materasso e il cuscino per i soggetti allergici. Evitiamo tende in camera da letto, peluches, imbottiture animali (lana, piume, crine), moquette


4. MUFFE:
Sono microrganismi appartenenti al regno vegetale. Producono spore che si disperdono nell'aria, (principalmente in estate e in autunno). Riduciamo il più possibile l'umidità dell'ambiente in cui viviamo. Assicuriamo una buona ventilazione dell'abitazione. Non usiamo umidificatori. Se necessario usiamo condizionatori e deumidificatori. Eliminiamo le infiltrazioni d'acqua. Riduciamo il numero di piante in casa anche se fonte minore di umidità.

5. VESTIARIO:
Gli sbalzi di temperatura mettono a rischio il naso e la gola. Il bambino deve stare all'aria aperta (in zone non inquinate) e essere vestito in maniera adeguata, "a cipolla", pronto ad abbandonare il cappotto e il maglione e pronto a reindossarli. . Il freddo improvviso coglie bambini e anziani impreparati. Rinovirus e Adenovirus sono microrganismi frequenti in questi giorni e costituiscono il 70-80% delle bronchiti, tonsilliti, faringiti, contro le quali non servono antibiotici.

6. AUTOMOBILE:
L'inquinamento delle città è oggi dovuto quasi totalmente alle automobili ed è determinante ridurne l'uso. Utilizziamo, quindi, l'automobile il meno possibile, solo quando è davvero necessario, e usiamola bene: una guida tranquilla e una velocità contenuta riducono il consumo di carburante, la quantità di smog emessa dai tubi di scappamento, nonchè i rischi di incidenti. Spegniamo il motore negli ingorghi, nelle file (ad es. al semaforo) e quando arriviamo a scuola, mentre i figli scendono dalla macchina: diminuiamo l'assorbimento dei gas per i nostri figli

7. SCUOLA:
Aiutiamo la nostra scuola a essere "libera dal fumo". Anche la scuola propone una educazione alla salute e esistono disposizioni che vietano di fumare a scuola. Se nostro figlio ha problemi respiratori (es. asma bronchiale) parliamone con l'insegnante. Assicuriamoci che nostro figlio con la nostra autorizzazione, con quella del medico curante, e con la collaborazione del personale scolastico possa fare una adeguata terapia sia nel mantenimento, sia particolarmente negli episodi acuti.

8. SPORT:
Facciamo fare sport ai nostri figli. Il gioco e lo sport favoriscono la crescita di nostro figlio e migliorano lo sviluppo psicofisico. E' utile un allenamento di base da svolgere anche due volte a settimana. E' importante che gli esercizi siano preceduti da adeguato riscaldamento (corpo libero,10-12 brevi sprint di 20-30 sec. alternati a identici periodi di recupero. Può essere utile per i bambini con problemi respiratori coprire naso e bocca con una sciarpa o una mascherina durante l'esercizio fisico in ambiente freddo, e comunque è sempre meglio abituarsi a respirare con il naso.

9. RIFIUTI:
Partecipiamo alla raccolta differenziata dei rifiuti. E' importante riuscire a recuperare quelli riutilizzabili (ad eempio la carta e il vetro), ed eliminare correttamente quelli fortemente inquinanti (ad esempio la plastica): questo consente di risparmiare energia e di diminuire l'inquinamento ambientale.

10. AL RITORNO:
Strofiniamo le scarpe su un comune zerbino prima di entrare in casa. Evitiamo in questo modo di portare in casa la polvere esterna (pesticidi, piombo, particolato sopeso …).

 

Un ringraziamento affettuoso per i suggerimenti a
Augusta Battistini
Giulio Cocco

Disegni di Lucio Trojano